Arrestata studentessa a Roma: nello zaino aveva un tirapugni e dell’ecstasy

Verso mezzo giorno di ieri, una ragazza di un liceo di Roma ha richiesto l’intervento della polizia per ritrovare il suo cellulare di ultima generazione. Quando i militari sono giunti sul posto hanno perquisito alcuni zaini, e nello zaino di una ragazza hanno trovato qualcosa di sconvolgente.

Dal momento che la giovane si era mostrata agitata e non voleva mostrare il contenuto del suo zaino, è stata fatta uscire dall’aula e lì la polizia ha scoperto che portava con sé un tira pugni: “Lo uso per difendermi” si è giustificata. Ma in mano stringe qualcos’altro, qualcosa che non vuole proprio mostrare e che la porta ad aggredire gli agenti.

La bloccano e scoprono che in pugno stringeva diverse pasticche di mdma. La giovane, una 20enne romana, al termine è stata arrestata e dovrà rispondere di lesioni a pubblico ufficiale, detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti e porto abusivo di oggetto atto ad offendere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici + diciannove =