Canone Rai in bolletta “Hai sempre evaso il canone? Adesso paghi gli arretrati”

Non c’è pace per gli italiani che si ritrovano a pagare anche la cosa più inutile, ed ora un nuovo fardello arriva a turbare il sonno dei cittadini, perché arrivano voci su un possibile cambiamento relativo agli arretrati.

Il timore, tra gli utenti, è che si possa procedere alla riscossione dei precedenti anni di canone non pagato, per un massimo di dieci anni. Il pagamento del canone in bolletta, de facto, equivale a una sorta di autodenuncia e di ammissione di colpevolezza: infatti la nuova legge prevede una “presunzione automatica” di possesso della tv per chi ha un contratto d’abbonamento all’energia elettrica. Dunque, in basi a questi presupposti, c’è chi si spinto ad ipotizzare una riscossione degli arretrati: poiché il canone Rai è un’imposta, secondo giurisprudenza, può essere chiesto il pagamento dei 10 anni precedenti, oltre ai quali c’è la prescrizione. Inoltre, su accertamento della Guardia di Finanza, può essere comminata anche una sanzione amministrativa ulteriore la cui forbice oscilla tra i 103,29 e i 516,45 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 − otto =