Addio Jerry Lewis: è morta la leggenda della commedia americana

Si è spento a 91 anni Jerry Lewis, il re delle smorfie, vera leggenda della commedia americana. Tra gli anni 40 e gli anni 70, prima in coppia con Dean Martin e poi da solo, anche come regista, diventò una celebrità assoluta, cambiando le regole della comicità.

Tra le sue pellicole più celebri ricordiamo “Le folli notti del dottor Jerryl”, “Artisti e modelle”, “Il nipote picchiatello” e “Jerry 8 e 3/4”. La notizia della morte è stata confermata dal suo agente a “Variety”.

Ha inventato il Telethon quando la raccolta fondi per la ricerca era fantascienza. Ha interpretato il ruolo di regista in maniera avanguardistica, creando tecniche di ripresa che vengono utilizzate ancora oggi. Per tutti Jerry Lewis (al secolo Joseph Levitch) è stato “il picchiatello”, soprannome (tutto italiano) rimastogli appiccicato per via di uno dei più riusciti tra i film girati in coppia con Dean Martin (“Il nipote picchiatello”). Ma in realtà è stato uno dei comici più rivoluzionari che il secolo scorso abbia visto in campo cinematografico.