Dagli scavi nel lago di Bracciano emerge un frigorifero

Con l’abbassamento dei livelli del lago di Bracciano stanno emergendo reperti archeologici e bellici, ma anche i segni dell’incuria delle persone: oggetti di ogni tipo gettati o finiti in acqua, addirittura elettrodomestici come in questo caso.

Il ritrovamento è avvenuto nella zona di Vigna Grande quando un passante aveva segnalato la presenza di un oggetto che fuoriusciva dall’acqua. Sul posto, sono intervenuti i volontari di SalvaguardiAmo Bracciano, che si occupando di ripulire il territorio dai rifiuti abbandonati e di sensibilizzare i cittadini attraverso iniziative dedicate alla pulizia e alla manutenzione delle aree verdi. Nella stessa giornata, i volontari avevano bonificato piazzole e cunette della zona. L’oggetto è stato dissotterrato e portato via dalla spiaggia, insieme ad altra spazzatura che si trovava sul litorale.

Con l’abbassamento del livello dell’acqua del lago, ormai intorno a 1.80 sotto al valore dello zero idrometrico, negli scorsi mesi sono stati scoperti e riportati alla luce oggetti di diverso genere. Oltre ai reperti archeologici di diversa natura, poiché intorno al lago si trovavano anticamente ville romane, anche vari residuati bellici, da anni rimasti sommersi in più punti del bacino di origine vulcanica. Nella zona di Vigna di Valle, in particolare, i Carabinieri della Compagnia di Bracciano hanno trovato alcuni ordigni risalenti alla Seconda Guerra Mondiale che sono stati fatti brillare dagli artificieri per scongiurare ogni pericolo per i bagnanti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × 3 =