Filmata dalle telecamere mentre fa pipì in centro: multata

Mentre il sindaco di Domodossola lancia campagne contro l’abbandono delle deiezioni dei cani in città. Il primo cittadino ha fatto piazzare delle telecamere sparse per la città per combattere gli “sporcaccioni”, ma la protagonista di uno dei filmati incriminati, non era un cane, bensì una ragazza che ha pensato bene di fare pipì nella centralissima piazza mercato.

I genitori della minorenne si sono visti recapitare a casa una sanzione da 5 mila euro.

L’episodio è avvenuto alle cinque della mattina: la ragazzina che faceva i suoi bisogni a Piazza Mercato è stata ripresa da una delle 13 telecamere installate nel centro storico della città piemontese. Le stesse che hanno permesso di sanzionare una signora che non ha raccolto le deiezioni del suo cane (e per questo si è vista multare per 400 euro).

“I risultati cominciano ad arrivare pur dovendoci confrontare con i tempi inderogabili previsti dalle procedure della pubblica amministrazione. Entro questa primavera verranno installate altre dodici telecamere, che andranno a coprire il resto del nostro bel centro storico garantendo un più efficace controllo”, ha detto raggiante il sindaco Lucio Pizzi che è stato il promotore del controllo telematico del decoro pubblico.

Mesi fa il sindaco Pizzi aveva lanciato una campagna contro l’abbandono delle deiezioni dei cani in città, ipotizzando anche dei prelievi per risalire, tramite il Dna, al cane e di conseguenza al suo proprietario.