Muore a soli 13 anni ma riesce a salvare 15 vite

Charlotte Mitchell, di Devon, nel Regno Unito, è morta a causa di un cancro a cervello che l’ha portata via in sole 6 settimane, ma grazie a lei sono state salvate 15 vite.

Charlotte  aveva scoperto solo 6 settimane fa di avere un glioblastoma, un cancro molto aggressivo che in pochissimo tempo l’ha uccisa senza darle possibilità di scampo. In quelle settimane di dolore e di paura, però, la 13enne ha voluto pensare anche agli altri. Dopo aver capito che per lei non c’erano molte possibilità, ha stabilito insieme ai suoi genitori che alla sua morte gli organi venissero donati per dare una possibilità a chi poteva ancora vivere.

La mamma, Karen, ha raccontato la storia di Charlotte: “Credo che tutti i genitori debbano discutere con i propri figli sin dalla tenera età di questa opzione, perché è di fondamentale importanza per salvare centinaia di vite”, ha spiegato al Daily Mail. Il cuore, il fegato, i reni, le cornee, i polmoni, il pancreas e la pelle di Charlotte hanno dato una possibilità di vita ad altre persone: “Sapere che i suoi organi continuano a esistere in altre 15 persone ci fa andare avanti e riesce ad alleviare il nostro dolore. La nostra bambina era sempre gentile, disponibile e generosa, pronta ad ascoltare gli altri e a donarsi. E lo ha fatto fino alla fine”.