Il pandoro a mensa negato ai bimbi che non pagano il servizio

Lanciano (Chieti) - I "Pan' di olio" (l?evoluzione del panettone) dell'azienda Esperidia & Co. Srl di Lanciano (Ch) sono stati premiati alla Fiera nazionale del Panettone e del Pandoro

Gli alunni delle scuole della cittadina milanese che si portano da casa il pranzo non hanno potuto assaggiare il dolce offerto dallʼamministrazione comunale. “Un disguido”, la spiegazione

Quella fetta di pandoro, secondo le intenzioni dell’amministrazione comunale di Corsico (Milano), andava distribuita a tutti, nessuno escluso. Nella realtà i bimbi delle scuole cittadine che non usufruiscono del servizio mensa e che si portano da casa un panino non hanno beneficiato del dolce omaggio, distribuito invece ai loro compagni a fine pasto. La vicenda ha suscitato grande scalpore tra mamme e papà. Sono rimasti a bocca asciutta, infatti, per lo più i piccoli non ammessi alla refezione scolastica perché i genitori morosi non hanno regolarizzato i pagamenti. Ma l’assessore alla Pubblica Istruzione Fabio Raimondo ha chiarito. “Si è trattato di un disguido interno“, ha spiegato a Il Giorno.

Si rimedia con il bis? “E’ stato uno spiacevole disguido, il dolce doveva essere per tutti i duemila alunni”, è dunque la rassicurazione dell’amministrazione e così all’errore si è cercato di porre subito rimedio. “L’indomani lo hanno gustato tutti quanti, come previsto”, ha confermato l’assessore a Il Giorno.

Intanto, sull’episodio, i funzionari comunali dell’Ufficio Scuola hanno aperto un’inchiesta: al direttore del centro produzione pasti è stata chiesta “una relazione chiara, esaustiva e tempestiva al fine di individuare le responsabilità e attuare eventuali azioni disciplinari e sanzionatorie”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − dodici =