Ladro maldestro a Catania, fugge ma resta infilzato nel cancello

Un ragazzo di soli 19 anni durante la fuga da una villa di Catania, alla Scogliera, che stava per svaligiare con due complici, è rimasto “infilzato” in una lancia in ferro del cancello esterno della costruzione.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che lo hanno “liberato” tagliando parte del cancello. La “sbarra” è stata tolta dalla gamba del giovane in ospedale da medici che lo hanno dichiarato guaribile in 10 giorni.

Il 19enne, in passato denunciato per reati contro il patrimonio, era entrato con due complici, riusciti a fuggire, all’arrivo della pattuglia dei carabinieri del comando provinciale di Catania.

A dare l’allarme la padrona della villa, che era all’interno della sua abitazione quando i tre sono entrati e che terrorizzata ha chiamato il 112. Quando i ladri si sono visti scoperti, sono fuggiti a gambe levate prima dell’arrivo dei carabinieri ma uno di questi nel tentativo di scavalcare velocemente la ringhiera, ha fallito il salto ed è rimasto bloccato con la “lancia” conficcata nella gamba. Il giovane infilzato è stato arrestato e posto ai domiciliari da militari dell’Arma per tentativo di rapina aggravata in concorso e resistenza a pubblico ufficiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − venti =