Bimbo di 4 anni perde la vita mentre gioca a wrestling col papà: è partito un colpo di pistola

Una tragedia ha colpito una normale famiglia: padre e figlio stavano giocando a wrestling quando accidentalmente dalla pistola del genitore è partito un colpo di pistola che ha ferito in maniera mortale il piccolo, Tripp Shaw, di 4 anni, che è morto nella sua casa di Bloomington, negli Stati Uniti.

Colpito alla testa per il piccolo non c’è stato nulla da fare: le lesioni erano gravissime e i medici le hanno provate tutte.

Non è chiara la dinamica dell’incidente ma anche il padre, Tyler Shaw, 36 anni, è stato raggiunto dallo stesso proiettile partito dalla sua pistola semiautomatica Glock, ma non ha riportato gravi lesioni.

Secondo una prima ipotesi i due avrebbero fatto accidentalmente cadere l’arma dal mobile su cui si trovava sul letto durante la lotta. Nessuno si sarebbe accorto della presenza della pistola che nel cadere ha fatto partire un colpo, come riporta la stampa locale. Ora gli agenti stanno indagando sul caso per capire la corretta dinamica e soprattutto perché la pistola non aveva la sicura.

Non è certo il primo caso di incidenti simili negli Usa, diversi bambini sono morti giocando o accidentalmente a causa delle armi presenti in casa dei loro genitori.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp