Kim Jong-un sarebbe entrato in coma, potere alla sorella

“Kim Jong un è in coma”. Ad esprimersi così sul leader nordcoreano è Chang Song-min, stretto collaboratore dell’ex presidente sudcoreano Kim Dae-jung. “Ritengo sia in coma, ma la sua vita non è finita”, le parole di Chang riportate dalla stampa sudcoreana e rilanciate dal Mirror. A Pyongyang, dice, sarebbe in corso il passaggio di consegne. “Non è stata creata una struttura completa per la successione, quindi Kim Yo-jong”, sorella di Kim Jong-un, “viene portata alla ribalta perché il vuoto di potere non può durare a lungo”. Kim Jong-un è stato protagonista di poche apparizioni pubbliche nel corso dell’anno, da mesi si rincorrono voci sulle sue condizioni di salute.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp