Vaccini – Tre medici positivi dopo le somministrazioni “Anche chi ha fatto entrambe le dosi dovrà fare la quarantena”

quarantena-coronavirus

Durante una video-conferenza, il Ministero della Salute ha deciso che anche chi ha fatto il vaccino dovrà stare in quarantena in caso di contatti stretti con un positivo.

Resta dunque alta la guardia. Le misure precauzionali contro il Covid restano molto alte per impedire la diffusione del virus e considerando che non si ha certezza scientifica che con il vaccino non si sia contagiosi per gli altri.

Anche chi avrà ricevuto la seconda dose del vaccino, spiega Lorenzo De Cicco de Il Messaggero, dovrà restare isolato. Il protocollo prevede 10 giorni di isolamento con un tampone alla fine del periodo, nel caso in cui dovesse risultare positivo la quarantena si prolunga fino alla negativizzazione. L’attenzione resta alta soprattutto dopo che a Roma tre medici di un ospedale appena fuori la città sono risultati positivi dopo che nel reparto si era sviluppato un cluster.

Si tratta di tre sanitari vaccinati e contagiati, ma non necessariamente contagiosi. Erano asintomatici, li abbiamo trovati positivi casualmente, durante i controlli per il cluster in un reparto. Questo dimostrerebbe il fatto che anche i vaccinati potrebbero essere portatori del virus, ma occhio agli allarmismi: il vaccino sicuramente protegge dalla malattia, si sapeva, non per forza dall’infezione“, ha spiegato il direttore scientifico Massimo Andreoni, virologo del Policlinico Tor Vergata. Essere positivi da vaccinati non significa essere contagiosi, ma non si hanno prove scientifiche sufficienti, quindi si raccomanda comunque massima cautela.

Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + 11 =