Coronavirus – Assumere la Vitamina D riduce il rischio di finire in terapia intensiva

vitamina-d-e-covid19

L’assunzione di vitamina D3 ha ridotto in modo significativo il rischio di ricovero in terapia intensiva e la mortalità nei pazienti ospedalizzati con Covid-19.

A rivelarlo sono i risultati di un nuovo studio condotto da un team di ricerca spagnolo su un totale 930 pazienti ricoverati nelle unità Covid dell’Hospital del Mar di Barcellona tra il 1° marzo e il 31 maggio 2020. Di questi, 551 pazienti sono stati trattati con calcifediolo, somministrato per via orale al momento del ricovero in ospedale (due capsule da 266 ug il primo giorno e dosi successive di una capsula da 266 ug al giorno 3, 7, 15 e 30) mentre i restanti 379 pazienti non hanno ricevuto il trattamento.

Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci − 3 =