1.4 C
Rome
martedì, Giugno 28, 2022

Veronica Panarello: il marito rivela il retroscena solo oggi

- Pubblicità -

Il 29 novembre 2014 è successa una cosa che ha sconvolto l’Italia intera. A Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, il piccolo Loris Stival è stato trovato senza vita in un canalone.

Poche ore prima la madre, Veronica Panarello, ne aveva denunciato la scomparsa, ed è proprio lei che l’ha riconosciuto: in seguito è stata condannata a 30 anni per l’omicidio del figlio.

Le affermazioni della Panarello, ritenute non veritiere e calunniose le sono costate, in Cassazione, la condanna definitiva a 30 anni. Il processo ha infatti accertato che solo la Panarello si trovava in casa al momento del delitto e che solo lei avrebbe caricato il corpicino in auto (che aveva parcheggiato in garage, contrariamente alle sue abitudini, anche se per una breve sosta a casa) abbandonandolo poi nel canalone, dove venne ritrovato intorno alle 17.

Proprio in quei giorni, mentre tutti si affannavano alla ricerca di Loris, la cui scomparsa era stata denunciata dalla madre che era andata a prenderlo a scuola, la stessa Panarello, si sarebbe preoccupata di organizzare la vacanza di famiglia con il marito piuttosto che di pensare a che fine avesse fatto il suo bambino.

Queste le agghiaccianti dichiarazioni del padre di Loris, ormai da tempo ex marito della donna. L’uomo, intervistato nel corso della trasmissione tv “Quarto Grado” e ritrasmessa, all’epoca, da Barbara D’Urso a “Pomeriggio Cinque”, ha dichiarato: “Nei giorni dopo la scomparsa di Loris, Veronica continuava a chiedermi di partire per un viaggio”. 

Davide Stival ha confermato che in quelle ore la moglie di concitata ricerca del piccolo Loris, l’ex moglie avrebbe più volte insistito per un vacanza: “Mi diceva al telefono:‘Dobbiamo farci un viaggio appena ritorni, dobbiamo andare via’. David, in quei giorni. era fuori per il suo lavoro e stava rientrando a Santa Croce Camerina, nel Catanese, dopo essere stato informato della scomparsa del figlio.

L’uomo ha aggiunto: “Io invece le chiedevo ma Loris dove sta? Lo avete trovato? E lei rispondeva: no lo stiamo ancora cercando’”. David non vuole più sapere niente di lei e che, indipendentemente dagli anni di carcere che le sono stati dati, nessuno gli ridarà mai il suo amato Loris, la cui vita è stata stroncata il 29 novembre 2014 dalla madre che lo ha strangolato.

Articoli Correlati

- Pubblicità -

Ultimi articoli