1.4 C
Rome
martedì, Maggio 17, 2022

L’annuncio in diretta TV “Pessime notizie per Pasqua”

- Pubblicità -

A partire da oggi tutte le restrizioni legate al Covid verranno gradualmente tolte e finalmente si potrà tornare a vivere pienamente.

Tuttavia, non si può ancora cantare vittoria, c’è un ostacolo ancora da superare.

Il noto “Decreto riaperture“, che dovrebbe segnare sostanzialmente l’inizio di un ritorno alla normalità, è stato un po’ ridimensionato rispetto alle sue prescrizioni iniziali. Era prevista, infatti, la cessazione dell’obbligo di isolamento di sette o dieci giorni per i contagiati che, in qualsiasi momento, si fossero sottoposti ad un tampone risultato negativo. Purtroppo, però, il ministro Speranza è intervenuto con un annuncio che ha gelato tutti in vista delle festività pasquali.

Come noto, uno dei politici più rigidi per quanto concerne le misure restrittive, il ministro Speranza ha riportato tutti con i piedi per terra. Si è rifiutato, infatti, di apportare questa novità riguardo alla possibilità di interruzione dell’isolamento con tampone negativo, ritenendo più opportuno confermare la validità della circolare del 4 febbraio 2022. Purtroppo, quindi, molti italiani rischiano di passare la Pasqua, ancora una volta, in quarantena e isolati da tutti.

Ciò su cui preme il governo, è che le riaperture debbano essere sostanzialmente graduali, per evitare poi una nuova ondata di contagi. Infatti, da questo mese, l’uso del green pass sarà sempre più limitato, ma non spazzato via da un giorno all’altro. Per il momento, sarà sufficiente il green pass base, non più quello rafforzato, per andare a lavoro, accedere alle attività all’aperto, entrare in bar e ristoranti, usare mezzi pubblici locali e nazionali. Dal 1 maggio, poi, sarà definitivamente superato.

Per quanto riguarda le regole della quarantena, dal mese di aprile cesserà l’isolamento in caso di contatto con un positivo, e si dovrà procedere solo con l’autosorveglianza, chiaramente se asintomatici. In caso di sintomi si dovrà effettuare un tampone dopo 5 giorni dall’ultimo contatto con il soggetto positivo e, in caso di tampone positivo, varranno le regole vecchie: cioè quarantena di 7 giorni se vaccinati o 10 se non vaccinati e poi tampone negativo per uscire dall’isolamento.

Articoli Correlati

- Pubblicità -

Ultimi articoli